Carrello Vuoto!
Portale Indipendente per il Trader e l’Investitore
10 Agosto 2018 h 16.30
Caro abbonato a Maurizio Monti interpreta Dave Landry,
battuta di arresto, arretramento dei prezzi in fine giornata.

10 Agosto 2018 h 16.30

C
aro abbonato a Maurizio Monti interpreta Dave Landry,

battuta di arresto, arretramento dei prezzi in fine giornata.

Uscita in stop di AQMS, purtroppo con prezzo di apertura in gap down, a 2.30.
Ingresso in portafoglio di ARWR.
Chiusura di ieri sui minimi relativi degli ultimi due giorni, oggi si va al ribasso.

La nostra posizione è quindi la seguente:


POSIZIONI IN ESSERE
ARWR (Arrowhead Pharmas Inc, Nasdaq), buy stop 16.25, 110 azioni, stop loss su tutte le 100 azioni a 11.70, target profit
su metà posizione (55 azioni) a 20.80.


POSIZIONI IN PENDING

NIHD (NII Hidgs, Nasdaq), buy stop 6.30, 278 azioni, stop loss su tutte le 278 azioni a 4.50,
target profit su metà posizione (139 azioni) a 8.10.


Sotto, ci sono le nostre regole.

Come al solito, invito a leggerle: soprattutto per i nuovi iscritti.

Il petroliuo test il supporto e riprova a partire. Oro sempre stabile area 1220.


Maurizio Monti
LE REGOLE ....
Caro Abbonato al Servizio “Maurizio Monti interpreta Dave Landry”,g razie anzitutto della Tua fiducia.
Il servizio viene prodotto dall’Istituto Svizzero della Borsa, piattaforma di cultura, didattica e servizi per la finanza operativa, rivolta al Pubblico di lingua italiana.
Il main sponsor per l’Italia dell’Istituto è la rivista TRADERS’ Magazine, di cui mi onoro di essere Editore.
Ho un solo scopo, in questo servizio: creare un metodo efficace che permetta al Pubblico Italiano di riprodurre il sistema di trading di quello che ritengo essere uno dei più costantemente profittevoli trader del mondo: Dave Landry.
La TRADERS’ Wee (Web & Email Edition, mensile digitale di supplemento gratuito) del mese di settembre 2015, che Vi consiglio di leggere, riporta alcuni articoli che questo grande trader ha scritto per TRADERS’ Magazine. Leggere i suoi scritti Ti darà una idea precisa e concreta del suo pragmatismo, del suo modo di vedere il mercato. Della semplicità disarmante con cui legge i grafici, nudi, senza indicatori, o, al massimo, con qualche media mobile, per individuare i pattern vincenti.

Ho parlato di Dave, come di un trader costantemente profittevole. Non il più profittevole. Semplicemente quello che ci ha dimostrato di avere ottenuto risultati per lungo tempo con drawdown moderati. Senza mai avere chiuso un anno in perdita. Questo intendo per costantemente profittevole.
Vediamo adesso punto per punto alcune informazioni utili:
1)         Dove scegliamo le azioni: Sul mercato americano, qualsiasi mercato americano non OTC. Ci piace molto il nasdaq, ma il Nyse è altrettanto frequente.
2)         Il tipo di operatività: long per la maggior parte dei segnali; alcuni segnali SHORT, con minore frequenza. Potete operare sulle azioni o anche sui CFD dei titoli azionari.
3)         Come pubblichiamo i segnali: entro le 14.30 di ogni giorno, pubblichiamo il SIMBOLO dell’azione su cui operare, il livello di ingresso che è SEMPRE un BUY STOP o un SELL STOP. Lo stop loss e il PRIMO target profit. Se la Vostra piattaforma lo consente, potete inserire le operazioni anche prima dell’apertura. Se lo fate, tenete conto che possono esserci dei gap in apertura che possono alterare le condizioni di ingresso. Se potete, inserite le operazioni dopo le 15.30. Non è detto che le operazioni inserite entrino in giornata. Il giorno dopo troverete la conferma o meno di mantenere l’operazione in vita o cancellarla. Una operazione di ingresso può stare in vita anche parecchio tempo prima di entrare (parecchi giorni o qualche settimana addirittura).
4)         Come dobbiamo operare: Lo Stop loss sarà sempre relativo all’intera posizione. Il PRIMO Target profit sarà sempre relativo a META’ posizione. Se il primo target va a profitto, spostiamo subito lo stop in PARI sulla metà posizione che resta.
5)         Che rischio assumiamo: opereremo a importo di rischio costante. Quindi il numero delle azioni da comprare (o shortare) sarà determinato dal rischio e sarà diverso da operazione ad operazione.
Spieghiamo ora bene il punto 5.
L’importo di rischio costante che ipotizzeremo è di 500 dollari per operazione. Questo significa che se lavorerete con 20.000 dollari, avrete un rischio del 2.5% per operazione (che è piuttosto alto). Se lavorerete con 25.000 dollari avrete un rischio del 2% (che è alto). Se opererete con 30.000 dollari il Vostro rischio sarà dell’ 1.66%. Se lavorerete con 50.000 dollari avrete un rischio dell’1%, che è un rischio molto prudenziale per questo tipo di trading. Ovviamente il Vostro rendimento sarà inversamente proporzionale al capitale che metterete a disposizione.
Se volete operare con un rischio di 750 dollari per operazione, semplicemente moltiplicate il numero delle azioni su cui operare da  noi indicato per 1.5. Se volete operare con un rischio di 1000 dollari per operazione, moltiplicate per 2. Di 10.000 dollari, moltiplicate per 20. Mettete a disposizione un capitale sufficiente rispetto al rischio per singola operazione. Date assolutamente possibili 5 stop loss consecutivi. Date assolutamente possibile anche se non probabile che se avete un portafoglio aperto con tante posizioni e il mercato crolla all’improvviso potreste trovarvi con tutte le posizioni in stop loss. Per favore, pensate al peggio: la prima regola è NON PERDERE. La seconda è ricordarsi la prima.

Nei momenti in cui il mercato è in trend, potreste avere anche 10 o 12 operazioni aperte contemporaneamente. Il sistema, per come è concepito, scarica le operazioni in essere appena cessa il trend. Di conseguenza, in questo momento, avremo poche operazioni da fare: NON DOBBIAMO LAMENTARCI DI QUESTO. Il Sistema ci fa entrare con un metodo probabilistico che deve lavorare a nostro vantaggio. Quando non c’è trend si opera poco o non si opera affatto. Per favore, non scriveteci per sollecitare operazioni, se non ci sono operazioni da fare. Vogliamo fare in modo di guadagnare e non di fare operazioni. Quando leggerete sul servizio che non c’è nulla da fare rispetto al giorno precedente, non pensiate che state pagando qualche cosa che non serve. Decidere di operare o non operare è parte integrante di ogni buon sistema di trading. Operare a tutti i costi è tipico delle nevrosi da trader perdente.
6)         Abbiate pazienza e siate costanti. Non diventerete ricchi con questo sistema, anche se mi auguro che molti di Voi lo siano già. Non diventerete ricchi con nessun sistema di trading, in quanto tale. Diventerete ricchi se darete tempo al tempo. Sopportate i drawdown. Non mettete in campo cifre che non potete perdere o la cui perdita altera il tenore di vita Vostro o dei Vostri cari.
Adottate un rischio percentuale contenuto rispetto al capitale. Prima ho riportato degli esempi, confrontatevi con quelli. E’ chiaro che rischiare il 2.5% per operazione Vi dà un rendimento migliore rispetto al capitale. Vi darà anche un più alto drawdown quando questo si verifica. Dimensionate il rischio sulla base di quanto Vi sentite di sopportare in termini di drawdown.
Non aspettateVi di non avere drawdown. Il drawdown è parte integrante di ogni sistema di trading e può capitare all’inizio quando ancora non abbiamo guadagnato.
7)         Se mi conoscete, sapete che non racconto favole. Quindi: siamo qui per guadagnare. Ma siate realisti. Quando il mercato non ha trend, non guadagnerete da un sistema come questo. Quando il mercato entra in trend, è il momento di esserci. Ma non saltate dentro e fuori. Bisogna esserci SEMPRE, seguire le regole, sopportare i drawdown e seguire le istruzioni. Se ci sono tanti giorni consecutivi senza operazioni da fare, è così e basta. Non Vi consiglio operazioni per fare operazioni ma perché devono avere la probabilità corretta di successo.
8)         Ciò che farà la differenza effettiva nella Vostra equity line, sarà la capacità di riuscire a prendere le operazioni dove la seconda metà della posizione corre inseguita da un trailing stop. Queste operazioni non sono molte, ma fanno la differenza. Significa che sono queste operazioni che ci faranno guadagnare veramente. Le altre ci daranno un guadagno moderato, perché avremo degli stop loss su intera posizione e primi target su META’ posizione (al primo target metteremo lo stop in pari, ma fatto sta che se non lo raggiungiamo, lo stop loss colpirà TUTTA la posizione). Questo tipo di sistemi guadagna veramente (e può avere risultati eccezionali, aggiungo io, per averli visti in passato) grazie alle operazioni che riescono a seguire il trend per lungo tempo. Queste operazioni potrebbero essere il 15% del totale, o anche meno, e avere periodi anche lunghi dove l’assenza di trend impedisce che capitino. Voglio che comprendiate che la costanza sul sistema su una logica di medio e lungo termine è tutto: non voglio scoraggiarVi, tutt’altro. Ma se non sarete costanti o non avete voglia di esserlo, per favore non abbonateVi o non rinnovate l’abbonamento. Buttereste via i soldi anche dell’abbonamento e io non voglio questo, tutt’altro. Se avete una aspettativa di guadagno immediato, premesso che non Vi consiglierei nessun sistema di trading, ma certamente non Vi consiglio questo sistema. Se il mese prossimo volete il 30% in più sul conto, non è escluso che possa capitarVi, ma certamente non è probabile che Vi capiti, né sono qui a raccontarVi che Vi capiterà. Se qualcuno Vi racconta che guadagna il 500% al mese, seguitelo se avete fiduci
a di lui. Io non ho mai guadagnato il 500% al mese, ma sopravvivo da trenta anni sui mercati finanziari. La differenza è tutta lì.